Bonus prima casa per gli under 36

Hai meno di 36 anni e sei alla ricerca della tua prima casa? Ecco un’ottima notizia per te.
Secondo la circolare pubblicata dall’Agenzia delle Entrate, chi è in possesso di determinati requisiti potrà accedere ad agevolazioni per acquistare la prima abitazione. Il periodo di riferimento indicato per completare l’atto di compravendita è quello che va dal 26 maggio 2021 e il 30 giugno 2022.

Requisiti agevolazioni

Per poter accedere, occorre possedere alcuni requisiti specifici.
Il primo riguarda l’età: occorre non aver compiuto il 36esimo anno di età nell’anno in cui viene concluso l’atto.
Il secondo si basa sul reddito: l’ISEE non deve superare i 40mila euro annui.
Questo per quanto riguarda i requisiti personali. Vi sono poi anche quelli oggettivi e relativi alla casa, come ad esempio la categoria catastale e le eventuali pertinenze.

Scopri tutti i dettagli della circolare

Continua a seguirci per non perdere le notizie dal mondo immobiliare.

#immobiliarecasanigro


Agenzia Immobiliare Casa Nigro di Nigro Antonio

0584-52145 | 328-9264386
info@casanigro.it
Quartiere Diaz 4 – 55049 Viareggio (Lu)
www.casanigro.it

Seguici sui social!

Riformiamo il catasto!

In questi giorni tutti gli organi di informazione mettono in risalto questa frase, voci e indiscrezioni che provengono da esponenti politici per le modifiche delle imposte.
Ma, senza entrare nel giudizio politico, cosa significherebbe questa decisione per il mondo immobiliare?

Catasto e rendite catastali

Il Catasto è l’organo amministrativo che gestisce la tassazione degli immobili, sia per le compravendite che per le gestioni ordinarie.
Quando si acquista una casa, si paga un’imposta che è pari ad una percentuale sul valore catastale dell’abitazione. Questo valore si desume dalla “rendita catastale” ed è attribuito ad ogni abitazione.
Stessa cosa avviene per l’IMU, l’imposta comunale relativa alle abitazioni che non siano “prima casa”. Anch’essa viene infatti calcolata sulla “rendita catastale”.

Decisione rimandata

E’ quindi questa la voce oggetto della discussione parlamentare, la modifica delle rendite catastali, auspicata da molti, per rendere più equo il panorama delle imposte immobiliari.
Pare comunque che dovremo aspettare il 2026 per avere decisione definitiva in merito, trattandosi di una materia non facile e che necessita di un tempo maggiore per poter studiare come reimpostare il sistema attuale.
Speriamo dunque di avere maggiori dettagli nei prossimi tempi sull’andamento della tassazione immobiliare.

Continua a seguirci per non perdere le notizie dal mondo immobiliare.

#immobiliarecasanigro


Agenzia Immobiliare Casa Nigro di Nigro Antonio

0584-52145 | 328-9264386
info@casanigro.it
Quartiere Diaz 4 – 55049 Viareggio (Lu)
www.casanigro.it

Seguici sui social!

Novità immobiliari nel Decreto Draghi del 15/03/2021

Con l’entrata in vigore del nuovo Decreto Draghi, dal 15/03/2021, la situazione riguardo gli spostamenti dei cittadini per la visita degli immobili rimane sostanzialmente invariata.

L’indicazione è sempre la stessa: per quanto riguarda noi agenti immobiliari lo spostamento è sempre consentito, in quanto la nostra attività rientra tra quelle consentite all’apertura e al normale svolgimento lavorativo.

Per i clienti vale sempre lo stato di necessità, quindi la possibilità di spostarsi per ragioni legate alle tematiche relative all’abitazione. In particolare, in caso di acquisto di prima casa, lo spostamento è sicuramente giustificato.
In caso di seconda casa la situazione è un po’ nebulosa e può variare.

Riguardo le locazioni, se sono pluriennali è senz’altro possibile spostarsi mentre per quelle turistiche ciò è consentito solo se emergessero dei moti di salute. Come sempre, è necessaria l’autocertificazione durante gli spostamenti.

Per maggiori dettagli, di seguito quanto riportato nella circolare della nostra associazione Fimaa Italia, datata 14/03/2021, in cui troverete indicazioni suddivise per zone e colori regionali. Alleghiamo anche alcune domande/risposte utili.

Allegato FAQ Circolare Covid 14.03.2021

Circolare Covid-19_DL_13.03.21_14.03.2021

Si rimanda naturalmente alle disposizioni che giungono settimanalmente per le singole città all’interno delle regioni, in caso di modifiche di colori e aggiornamenti sulla situazione.

Per qualsiasi dubbio, contattateci via telefono o email e saremo lieti di offrirvi assistenza.

#immobiliarecasanigro


Agenzia Immobiliare Casa Nigro di Nigro Antonio

0584-52145 | 328-9264386
info@casanigro.it
Quartiere Diaz 4 – 55049 Viareggio (Lu)
www.casanigro.it

Seguici sui social!

La nostra “terrazza” si illuminerà!

Finalmente si vede la luce sui lavori della Terrazza della Repubblica a Viareggio, il “giardino” del quartiere Città Giardino.
Lo scorso anno sono stati effettuati i lavori di pavimentazione, portando i cavi necessari e cominciando a strutturare i lavori successivi.
Dopo l’agognato parere favorevole della Sovrintendenza, il 20 ottobre 2020 è stato dato l’appalto alla ditta che porrà la pavimentazione definitiva.
Giusto ieri, nella suddetta zona, sono stati installati i pannelli che mostrano come si presenterà la terrazza a lavoro ultimato.

Il risultato finale sarà una gioia per gli occhi e apporterà nuovo prestigio alla nostra città.
Un altro passo avanti per far diventare la nostra Viareggio ancora più bella!

#immobiliarecasanigro


Agenzia Immobiliare Casa Nigro di Nigro Antonio

0584-52145 | 328-9264386
info@casanigro.it
Quartiere Diaz 4 – 55049 Viareggio (Lu)
www.casanigro.it

Seguici sui social!

Calendario dell’avvento 2020!

Aspettando insieme questo Natale un po’ diverso dal solito, quest’anno vogliamo farvi una sorpresa digitale: un calendario dell’avvento social!

Dall’1 al 24 dicembre sulla nostra pagina FB e Instagram troverai un consiglio al giorno per te che hai deciso di vendere o affittare il tuo immobile, ma anche per te che cerchi una nuova casa, magari con quella stanza in più che ti permetta uno smart working più agile.

Qui nel nostro blog troverai inoltre la raccolta di tutti questi consigli, man mano aggiornata perché tu non ne perda neanche uno.


1 dicembre – Cura la presentazione della casa
Usciresti per un appuntamento galante con i capelli in disordine o i vestiti sgualciti? La risposta sicuramente è: no.
Se hai deciso di vendere il tuo immobile, devi riservargli la stessa preparazione che ti riserveresti nelle occasioni importanti.
Con che orgoglio potrai poi presentare una casa ordinata e pulita, magari curando anche quei piccoli dettagli che fanno sentire subito a casa.
Il primo consiglio quindi è quello di fare in modo che il tuo immobile si presenti al meglio quando gli eventuali acquirenti verranno a visitarlo.


2 dicembre – Gioca d’anticipo sulla documentazione
Hai tutte le carte in regola per vendere?
Quando si mette in vendita un immobile occorre tenere conto che l’acquirente chiederà un minimo di documentazione, per controllare la commerciabilità del bene.
Senza questi documenti non sarà possibile completare la vendita.
Quello che si può predisporre fin da subito è la planimetria e l’atto di provenienza dell’immobile.
Meglio quindi non farsi trovare impreparati!


3 dicembre – Esalta lo spazio esterno!
Oggi come non mai balconi, terrazze e giardini sono ricercati dagli acquirenti.
Qualunque siano forma e dimensione della zona esterna della tua abitazione, il consiglio è quello di avere un occhio particolare per abbellirlo.
Delle sedute comode, qualche bella decorazione e luci calde possono aiutare a rendere l’atmosfera più accogliente.
I potenziali acquirenti apprezzeranno la cura dedicata anche agli spazi esterni.


4 dicembre – Dimentica il tuo prezzo di acquisto
“Ma io l’ho pagato molto di più!”
Nella valutazione di un immobile spesso gli agenti sentono pronunciare questa frase.
E’ bene affidarsi al proprio agente immobiliare per stabilire il prezzo della propria casa poiché può valutarne il prezzo sulla base di molti fattori, primo tra tutti l’andamento del mercato.
Inevitabilmente chi vuole acquistare una casa lo farà al prezzo di mercato attuale e, per non perdere opportunità di vendite, è bene adeguarsi fin da subito e quindi “dimenticare” se l’abbiamo acquistato ad un prezzo superiore.


5 dicembre – Visite in tempo di covid
Nonostante la pandemia, le agenzie immobiliari sono autorizzate a far visitare le case in vendita, naturalmente nel rispetto delle regole e a seconda delle “colorazioni” delle regioni.
Se gli immobili non sono abitati, l’operazione è semplice: sia gli agenti sia i visitatori indosseranno le mascherine e si terranno a debita distanza l’uno dall’altro.
Se però sono abitate da voi, mettete a proprio agio i potenziali acquirenti, anche per la vostra sicurezza, tenendo ben arieggiati i locali, oltre naturalmente ad indossare la mascherina e magari facendovi trovare da soli onde provocare assembramenti. Infine, non guasterebbe far trovare il disinfettante per le mani.


6 dicembre – Scegli bene dall’inizio!
E’ importante avere un buon partner che ti accompagni nella delicata operazione di vendita.
Sempre più persone si affidano ad una sola agenzia, ben strutturata, che sia orientata alla collaborazione con altri colleghi.
In questo modo, il tuo interlocutore sarà uno solo ma avrai la certezza che l’immobile sarà lavorato da più agenzie.
Non guasta poi che possa vantare anche una presenza online, permettendo una visibilità ancora più ampia per la tua casa.


7 dicembre – Documenti che prendi… documenti che dai!
Quando hai acquistato la tua casa hai ricevuto molti documenti.
Ora che hai deciso di rivenderla, potresti pensare che basti ripresentare le stesse identiche carte per concludere l’affare. La questione tuttavia è spinosa.
La documentazione ricevuta al momento dell’acquisto di un immobile può essere diversa da quella necessaria al momento della rivendita dello stesso. Ciò che può andare bene ad un tecnico può non andare bene per un altro, per esempio.
La tua agenzia saprà però consigliarti in merito. Innanzitutto darà una prima occhiata alle carte in tuo possesso e, se necessario, ti indicherà eventuali documenti mancanti. Quando poi ti procurerà una proposta d’acquisto, terrà conto di tutto ciò, facendo in modo che tu possa vendere in tranquillità.


8 dicembre – Stabilisci cosa cercare
Comprare casa è un po’ come comporre le righe di un ipotetico triangolo, con la base in alto e il vertice in giù.
All’inizio, sulla base, si elencano i desideri.
Un appartamento ultimo piano ad esempio, con una bella terrazza vista mare, l’ascensore, il posto auto, il posto bici coperto, la cantina, senza condominio e in condizioni perfette.
Tutte queste caratteristiche si possono certamente trovare ma spesso con un budget superiore di quello prefissato.
Quindi, calibrando l’investimento, inevitabilmente si dovrà cominciare a tagliare qualcosa, valutando bene le priorità, avvicinandosi man mano dalla base al vertice.
La prima cosa è senz’altro quella di avere ben chiara la zona dove comprare perché sulle case si può far tutto…tranne che spostarle!


9 dicembre – Virtual tour e visite in presenza
Con la pandemia in corso è cambiato anche il modo di cercare case in vendita.
Prima era sicuramente più immediato prendere appuntamento per visionare vari immobili.
Ora, dovendo rispettare certe accortezze e limitare le uscite, possiamo sfruttare la tecnologia a nostro vantaggio.
Alcune agenzie offrono la possibilità di visionare i propri immobili in vendita grazie ai virtual tour: foto a 360° delle stanze che compongono la casa, tra cui è possibile navigare e che permettono una visione più completa rispetto alle foto tradizionali.
Ciò permetterà quindi di individuare gli immobili di maggior interesse con il proprio pc o smartphone, stando comodamente seduti sul divano.
E’ comunque importante poi contattare l’agenzia per “scendere in campo” e visionare l’immobile in presenza.
In queste occasioni, l’agente immobiliare vi potrà anche offrire assistenza per stabilire quali sono i must che dovrà avere la vostra casa dei sogni rispetto al vostro budget.


10 dicembre – Considera la ristrutturazione
Solitamente, quando cerchiamo un immobile da acquistare, il nostro desiderio è di trovarlo già pronto per essere abitato. Questa è certamente la situazione più comoda e pratica.
Il rovescio della medaglia è il prezzo tendenzialmente più alto rispetto alla media che andremo a pagare e uno stile potenzialmente diverso dal nostro.
Può essere quindi interessante rivolgere le nostre attenzioni anche su abitazioni che necessitino di ristrutturazioni.
Siano esse totali o parziali, ciò permetterà un risparmio in ottica globale e soprattutto la possibilità di personalizzare la casa secondo il nostro gusto, per esempio sulla disposizione dei locali e sull’arredamento.
Non facciamoci spaventare da questi lavori, soprattutto se per realizzarli potremo essere seguiti, oltre che dai tecnici specializzati, anche dalla nostra agenzia.
Dulcis in fundo, in questo momento è possibile usufruire delle detrazioni fiscali con le nuove misure di incentivazione governative.


11 dicembre – Non indugiare nell’indecisione
Nel corso degli anni il prezzo di mercato degli immobili si è gradualmente abbassato fino ad arrivare, ad oggi, ad una certa stabilizzazione. Ciò rappresenta un dato positivo per chi è alla ricerca della sua nuova casa.
È bene approfittare di questo periodo storico per concludere l’affare quanto prima.
Dopo aver visionato alcune soluzioni, occorre restringere il campo e prendere una decisione definitiva.
Gli immobili più appetibili non restano a lungo in vendita. Quelli con spazi esterni, ad esempio, stanno già cominciando a scarseggiare.
Quando trovi la casa “giusta”, quella che soddisfa la maggior parte delle caratteristiche ricercate, lascia da parte l’indecisione. Fai il passo decisivo e aggiudicati la tua nuova casa!


12 dicembre – Non valutiamo solo i mq
Uno dei modi spesso usati per comparare le abitazioni è quello di confrontare i loro metri quadri. Tale valutazione è però troppo approssimativa se non tiene conto anche di altri importanti fattori.
Basti pensare a due appartamenti dello stesso condominio che, seppur uguali nei mq, possono avere due prezzi diversi in considerazione di altre caratteristiche, come ad esempio la vista mare che si può godere da un appartamento e non dall’altro.
La valutazione è argomento molto complesso in cui entrano in gioco diversi fattori, tra cui la posizione, l’esposizione, lo stato dell’appartamento e non ultimo la distribuzione dei mq interni. Spesso infatti 80mq ben strutturati valgono più di 100mq mal distribuiti.
Tutto questo per quanto riguarda la dimensione “oggettiva”. C’è poi un’altra componente, quella più soggettiva. Qui figurano gli interessi del venditore (che magari intende concludere rapidamente la vendita) e quelli dell’acquirente (il tipo di pagamento che possiamo offrire può incidere, se eseguito in contanti o a seguito di apertura di un mutuo).
Tutte queste considerazioni possono essere discusse con il proprio agente immobiliare che saprà consigliarci al meglio.


13 dicembre – Proteggi il tuo immobile
Ci siamo, hai finalmente acquistato la tua nuova casa! Gioia e tripudio ma..manca ancora qualcosa. Per goderti questo momento in totale sicurezza, non puoi dimenticare di proteggere la tua casa dagli incidenti!
Con una buona assicurazione, per una cifra modica rispetto al valore dell’immobile, si possono dormire sonni tranquilli.
Le assicurazioni possono coprire sia la responsabilità della proprietà stessa sia svariati tipi di eventi accidentali. I più comuni sono incendio, scoppio, fulmini e rottura di tubazioni.
Puoi decidere di coprire anche altri casi o di assicurare l’evento totalmente o parzialmente, come ad esempio un danneggiamento alla cucina derivante dalla fuoriuscita di una fiamma.
Puoi inoltre assicurare i danneggiamenti ai danni di porte e finestre per eventuali forzature di ladri, oltre che per il mobilio e i valori in casa.
Ma la cosa più importante (specialmente per gli appartamenti oltre il piano terra) è la responsabilità civile della conduzione della casa. Basti pensare al classico vaso che può cadere dal balcone in testa a qualcuno o ancora alla rottura della lavatrice che, con la fuoriuscita dell’acqua, danneggi l’appartamento sottostante.
Godiamo quindi dell’acquisto della nostra nuova proprietà ma pensiamo anche alla responsabilità che ne consegue.


14 dicembre – La proposta, questa sconosciuta.
Dopo aver individuato la casa che più si confà alle nostre esigenze e desideri, dobbiamo mettere nero su bianco la nostra offerta.
Formuleremo quindi la proposta d’acquisto che comprenderà, oltre al prezzo da noi offerto, aspetti come le modalità di pagamento (con o senza apertura di un mutuo) e la proposta di data in cui entrare nel nostro nuovo immobile. Una volta che il venditore accetterà la nostra proposta, avremo un arco di tempo in cui, per stare tranquilli, dovremo controllare che l’immobile risulti in regola con le norme vigenti, urbanisticamente e catastalmente.
La proposta di acquisto è molto importante perché è in questa sede che vengono stabilite tutte le condizioni e gli impegni che le parti assumono. E’ opportuno lasciare un po’ di tempo dalla data della proposta, più o meno un mese, per permettere al tecnico dell’acquirente di controllare i documenti e l’immobile.
Se da tali controlli risultassero delle anomalie, potremmo rivedere le nostre posizioni e, in caso di disaccordo, scioglierci dalla nostra promessa. Tutto ciò va a tutela di tutte le parti coinvolte, compreso il venditore. Se i controlli risultano invece corretti e tutto funziona a dovere, si può procedere alla stipula del rogito definitivo e quindi all’entrata in possesso del bene acquistato.
Spesso tra proposta e rogito c’è uno step intermedio: il preliminare di vendita. Si tratta di un passo atto a “rafforzare” ulteriormente il rapporto tra acquirente e venditore, in virtù di un versamento più consistente dell’acquirente e di una registrazione e trascrizione del preliminare, per rendere inattaccabile il diritto di acquisto.
L’argomento è abbastanza complesso ma la nostra agenzia saprà sicuramente guidarci per fare i passi giusti e coronare il nostro sogno.


15 dicembre – Metti a reddito la tua casa
Che sia una casa acquistata con i sudati risparmi o ricevuta in eredità, se ti trovi in possesso di una seconda casa (o di una porzione libera di quella che abiti attualmente) puoi farla fruttare mettendola a reddito.
Nella nostra zona si ha la fortuna di poter abbracciare tutti i tipi di affitti, dalla locazione ai residenti per un lungo periodo alla locazione transitoria per lavoratori. In quanto cittadina turistica, anche l’affitto vacanziero è molto gettonato: si va dai periodi brevi (1 o 2 mesi) fino a quelli brevissimi (settimane o weekend).
Ogni proprietario si potrà quindi orientare sul tipo di locazione che più risponde alle proprie aspettative, operando direttamente in prima persona o facendosi seguire da un’agenzia del luogo.
Nel nostro territorio abbiamo una tradizione quasi centenaria in questo campo, con le vecchie “sensali” che affittavano la classica Casa Viareggina (ritirandosi in fondo all’orto). Oggi ritroviamo la stessa tradizione operata dalle agenzie immobiliari organizzate che si possono occupare di tutto: dalla ricerca dei turisti alla stipula dei contratti e soprattutto all’assistenza durante il periodo di vacanza dei clienti.


16 dicembre – Affitta annualmente
Se non abbiamo intenzione di utilizzare la nostra seconda abitazione per un lungo periodo, può essere interessante affittarla annualmente.
In questo caso, i tipi di contratto di locazione sono quello classico ad uso abitativo (4 anni + 4 anni) e il 3+2, quando si presentano le condizioni da parte del conduttore. Questa soluzione permette di “non pensare più” per lungo tempo alla gestione della casa. Possiamo consegnarla con o senza mobilia e si avranno delle entrate regolari su cui fare affidamento.
Il rovescio della medaglia è che naturalmente, per tutta la durata del periodo locato, non potremo disporre dell’immobile e che alla scadenza del contratto difficilmente troveremo l’immobile nella condizioni in cui lo abbiamo consegnato.
A volte, inoltre, i canoni potranno essere riscossi con qualche problema anche se, rispetto agli anni precedenti, le disposizioni legislative permettono una tutela dei propri diritti in un minor lasso di tempo. Ultimamente, società di carattere assicurativo hanno anche introdotto dei contratti di tutela a favore del proprietario, naturalmente con prezzo in proporzione al rischio che si andrà a coprire, e che possono riguardare sia la riscossione dei canoni sia il buon mantenimento dei locali.
Per la stipula dei contratti di locazione è consigliabile farsi seguire da un professionista, che può essere anche la tua stessa agenzia di riferimento, per svolgere tutto in regola e non dimenticare nessun particolare.


17 dicembre – Affitti transitori per studenti e lavoratori
Un’alternativa agli affitti annui di lunga scadenza sono gli affitti transitori che da disposizioni legislative non possono essere superiori a 18 mesi e non inferiori ad 1 mese, in deroga alla stipula dei contratti ordinari di locazione.
L’esigenza dell’affitto dev’essere ben individuata, come ad esempio per soggiorno di studenti e lavoratori o anche per motivi di salute. Un’altra caratteristica degli affitti transitori è che non devono avere carattere turistico (per questo vigono disposizioni diverse).
Nella nostra zona gli affitti per studenti sono rari, contrariamente a quanto succede nella vicina provincia di Pisa. Vengono invece stipulati maggiormente contratti per i lavoratori, specialmente in ambito nautico, data la nostra tradizione cantieristica. Può essere quindi interessante affittare a questa categoria, con il vantaggio di poter concedere per un periodo relativamente breve la nostra abitazione e con una riscossione dei canoni abbastanza sicuri. Questi contratti sono infatti ben comprovati da un rapporto tra il lavoratore ed il suo datore di lavoro.


18 dicembre – Affitti turistici estivi
La locazione turistica è l’affitto classico e ben consolidato nella nostra zona da sempre, per l’affaccio sul mare con le sue lunghissime spiagge che la rendono unica nel panorama nazionale, insieme alla costa romagnola. Innumerevoli sono le abitazioni che ogni estate vengono affittate nei Comuni di Viareggio e Camaiore, specialmente a Luglio e Agosto, grazie anche alla vicinanza del nostro polmone regionale del fiorentino, del pratese e del pistoiese. Nei Comuni di Forte dei Marmi e Pietrasanta vengono altresì accolti ogni anno molti turisti delle zone dell’Italia del nord e in particolare di Milano.
Questo tipo di affitto è particolarmente interessante per i locatori, che in un breve periodo riescono a far rendere molto bene le loro proprietà e che le stesse sono sempre disponibili negli altri periodi dell’anno. La gestione di questi affitti non è particolarmente impegnativa, anche se negli ultimi anni ci sono stati dei provvedimenti legislativi che hanno reso meno “leggera” questa tipologia. E’ comunque importante avere l’appoggio della propria agenzia immobiliare che saprà seguire tutte le fasi della locazione, sia da un punto di vista pratico che permette l’assistenza ai turisti, sia appunto nella gestione burocratica dei contratti.


19 dicembre – Affitti turistici brevi
Oltre agli affitti trattati nei giorni precedenti, c’è una nuova tipologia che si è affermata negli ultimi anni: l’affitto turistico breve.
Sviluppatosi inizialmente nelle città d’arte come alternativa all’albergo, è pensato per soggiorni molto brevi, tecnicamente sotto i trenta giorni ma che possono spingersi anche ad una notte sola. Questa tipologia si sviluppa in due modalità: quella dei bed and breakfast (che offrono servizi di pernottamento in stanza e prima colazione) e quella del puro affitto di un appartamento.
Nel nostro caso, ci occupiamo dell’affitto dell’intero appartamento, compresa la gestione di tutto ciò che comporta questa operazione relativamente complessa, che si avvicina ad un vero e proprio lavoro per i proprietari.
Per questo, in molti preferiscono affidarsi ad alcune agenzie immobiliari che hanno tra i loro servizi anche questo tipo di “intermediazione” (e a dire il vero non sono molte nella nostra zona). Le più attrezzate danno il servizio “chiavi in mano”: oltre alla classica attività di procurare i clienti ai proprietari, queste agenzie gestiscono anche le operazione di check-in e check-out, le pulizie degli appartamenti, il cambio della biancheria e non ultimo anche lo smaltimento dei rifiuti. Inoltre, il cambio di disposizioni legislative degli ultimi due anni, ha portato questo tipo di affitto ad essere ancora più impegnativo, basti pensare all’introduzione in alcuni Comuni della “tassa di soggiorno”.
I vantaggi per i locatori che scelgono di affittare in questa modalità sono molteplici. Primo tra tutti, il fatto che i loro appartamenti saranno occupati per periodi brevi, a fronte di un interessante ritorno economico, anche in considerazione del fatto che è sempre più difficile trovare clienti che possono permettersi il lusso di affittare gli appartamenti per mesi interi.


20 dicembre – Usa l’Home Staging
Se si è deciso di affittare la propria casa ai fini turistici, occorre prepararla! Sempre di più i clienti privilegiano le strutture più curate e sempre più spesso i proprietari “ci tengono” a fare bella figura.
Per raggiungere questo scopo, chi affitta può affidarsi al cosiddetto “Home Staging”. Letteralmente “messa in scena della casa”, è un termine inglese che indica tutte quelle tecniche usate per valorizzare un ambiente e che consiste nella capacità di allestirlo al meglio, utilizzando piccoli accorgimenti di grande impatto.
L’obiettivo principale di questo strumento è quello di risaltare i pregi della casa, rendendola più interessante e attraente agli occhi di un potenziale ospite. E’ di fondamentale importanza attuare questa tecnica prima di effettuare il servizio fotografico.
Chi decide di optare per questo strumento, per aumentare le possibilità di un affitto turistico, può rivolgersi tranquillamente alla propria agenzia di fiducia. Riceverà suggerimenti su come sfruttare le potenzialità dell’abitazione, per una gestione armoniosa dell’affitto turistico.


21 dicembre – Preparati agli imprevisti
Affittare la propria casa comporta anche degli impegni da parte dei locatori, soprattutto quando viene fornita arredata e per durate transitorie e brevi.
Gli immobili devono essere consegnati in ordine e funzionanti anche da un punto di vista impiantistico. In particolar modo, ciò per quanto riguarda le forniture di acqua calda, riscaldamento ed elettricità, oltre che degli elettrodomestici presenti, come lavatrice, lavastoviglie, forno e cucina.
Anche dopo aver consegnato le chiavi, può capitare (e capita) che col tempo qualcosa possa non funzionare più. La conseguenza è che gli affittuari potrebbero avere dei disagi più o meno importanti e sarà quindi compito del proprietario adoperarsi per risolvere questi imprevisti.
Per facilitare tutto ciò, può essere utile lasciare nell’appartamento una lista degli impianti presenti, con accanto il numero di recapito dei relativi tecnici e artigiani che possano intervenire in caso di bisogno degli inquilini. Tale lista può essere compilata anche con l’aiuto della propria agenzia, che spesso interviene in sostituzione del proprietario direttamente per la risoluzione di questi problemi.


22 dicembre – Perché affittare una casa a Viareggio (e in Versilia)
Il nostro territorio ha una lunga tradizione turistica, fin dai primi anni del 1900, con periodi di grande eleganza per pochi ospiti alternati ad altri più orientati alle famiglie.
Viareggio e la Versilia, con le loro caratteristiche, abbracciano tutti i tipi di attrazioni turistiche e hanno molto da offrire.

• Mare: primo tra tutti il nostro mare, con le sue lunghissime spiagge, che possono essere godute sia nelle organizzatissime strutture sia nella zona naturalistica immersa nel verde.
• Entroterra: con le sue colline, le montagne, il Lago di Massaciuccoli e la riserva naturalistica, offrono paesaggi adatti a passeggiate, trekking, canottaggio e svariati altri sport immersi nella natura.
Cultura: il tema culturale è molto sentito nella nostra zona e durante tutto l’anno vengono organizzati relativi eventi. Troverete esposizioni nei musei civici, rappresentazioni teatrali, numerose sale cinematografiche e naturalmente il famoso Festival Pucciniano, che ogni estate ospita numerose rappresentazioni musicali all’aperto.
Carnevale: il Carnevale di Viareggio è conosciuto in tutto il mondo e attira ogni anno migliaia di turisti. Con i suoi enormi carri allegorici e la sua magica atmosfera, anima il periodo invernale coinvolgendo per un mese tutta la città.
Arte: il fiore all’occhiello del territorio è senz’altro Pietrasanta (“la piccola Atene”) la cui piazza principale è una sorta di museo, ospitando installazioni di opere sempre diverse, e che pullula tutto l’anno di mostre e di artisti nostrani e internazionali.
Cucina: la tradizione culinaria non è seconda a nessuno. Ottimi piatti di mare vengono offerti sia nei ristoranti (alcuni stellati) sia nelle strutture balneari (nel periodo estivo), con tramonti mozzafiato in riva al mare. Tutte le pietanze di terra si possono apprezzare nelle trattorie dell’entroterra, che portano avanti le antiche tradizioni di famiglia.
Shopping: lo shopping è un vero e proprio divertimento a sé, anche solo per guardare le vetrine nelle splendide passeggiate di Viareggio e Lido di Camaiore e nell’esclusiva ed elegante Forte dei Marmi. Un vero e proprio rito serale per gli abitanti, presto attuato anche dai turisti. Durante la settimana vengono anche allestiti numerosi mercati cittadini.
Discoteche: non ultimo, ricordiamo l’intrattenimento serale offerto dalle famose discoteche versiliesi, che attirano giovani e meno giovani in tutto il periodo dell’anno, insieme ai diversi bar e pub che propongono musica anche dal vivo.

Non c’è proprio modo di annoiarsi quindi in vacanza nella nostra zona! In coppia, in famiglia o con amici, alloggiando nella variegata struttura alberghiera o negli appartamenti privati (prenotabili nelle numerose agenzie che operano sul territorio), la Versilia è un gioiellino che vale la pena di visitare, anzi “di vivere” appieno!


23 dicembre – I vantaggi dell’appartamento in vacanza
23 dicembre – I vantaggi dell’appartamento in vacanza
Siamo alla fine del 2020, un anno terribile a causa della pandemia ma che non ha tolto la voglia di viaggiare. E quando potremo tornare in vacanza in libertà, una volta scelto il posto ideale, quale tipo di alloggio privilegiare: casa o albergo? Naturalmente non c’è una risposta universale e si possono individuare due tipi di pensiero: i sostenitori degli appartamenti e chi predilige gli alberghi. Entrambe le soluzioni presentano naturalmente vantaggi e svantaggi.
Le case vacanze sono senz’altro più economiche, soprattutto per le famiglie più numerose e permettendo quindi un risparmio sull’alloggio. In genere sono più ampi e spaziosi di una camera di hotel e ciò significa più libertà, più privacy e più spazio per tutti, valigie comprese. Per chi ama cucinare, inoltre, l’appartamento dà la possibilità di sbizzarrirsi con tutti i comfort del caso. Fare la spesa è senz’altro più economico, soprattutto nei lunghi periodi, rispetto ad una mezza pensione in albergo e, non ultimo, permette di frequentare i ristoranti del luogo, non avendo le cene incluse.
Un altro grande vantaggio delle case vacanze, è che permettono di immergersi completamente nel luogo che si sta visitando, vivendo appieno il senso di quel posto.
Tra i vantaggi degli alberghi, c’è il servizio completo, personale sempre disponibile e… non dobbiamo nemmeno rifarci il letto! Per le vacanze rilassanti sono quindi la soluzione ideale. Molti poi hanno strutture ricettive complete come piscine, centri benessere e addirittura discoteche (quando saranno di nuovo accessibili) ed altro ancora.
Sicuramente la scelta tra casa e hotel è influenzata molto dalla durata della vacanza, più è corta e più vengono privilegiati gli alberghi. Questo anche in considerazione del fatto che non sono molte le abitazioni disponibili per brevissimi periodi. Ultimamente però sta aumentando sia il numero dei piccoli proprietari che offrono questo tipo di affitto sia di alcune agenzie immobiliari, che hanno aggiunto un tocco professionale a questa attività.


24 dicembre – Rivolgetevi alle agenzie immobiliari
Stiamo per lasciare un anno terribile che ci ha costretti a rivedere il nostro modo di vivere e a valorizzare le cose veramente importanti.
Tra queste, c’è senz’altro il ripensare alla propria abitazione, sia quella principale sia l’eventuale seconda casa. Il fatto di essere stati “confinati” tra le nostre mura nella primavera scorsa ci ha fatto venire voglia, là dove possibile, di migliorare le nostre case, di esaltare gli spazi esterni, di pensare addirittura di cambiare l’immobile o comprare una seconda casa. Non a caso il comparto immobiliare è stato uno dei pochi che ha subìto di meno gli effetti della pandemia.
In questo scenario, l’importanza delle agenzie immobiliari è stata più determinante che mai, offrendo la possibilità di poter mostrare le case in vendita virtualmente (tramite foto, filmati e virtual tour) evitando troppi spostamenti e facendo visite più mirate.
Compravendita
Le agenzie permettono di dare vasta visibilità agli immobili di proprietà, fornendo ai futuri compratori ampia possibilità di scelta (tramite i noti portali immobiliari) assistendo poi la clientela in tutte le fasi, spesso tortuose, che seguono le operazioni di stipula dei contratti.
Turismo
Tramite le agenzie è possibile anche prenotare a distanza la propria casa-vacanza senza avere sorprese, soprattutto avendo un punto di riferimento durante tutto il soggiorno.
La possibilità per i proprietari di poter delegare la gestione alle agenzie è di basilare importanza, così come per gli adempimenti burocratici, diventati oggi molto complicati. Lo stesso vale anche per gli ospiti, che potranno serenamente effettuare le operazioni di entrata e uscita con l’assistenza di personale professionale.
Che siate Venditori o Compratori, Proprietari o Affittuari, le agenzie immobiliari vi saranno sempre accanto anche in questi momenti non facili, con determinazione, passione e ottimismo!

#immobiliarecasanigro


Agenzia Immobiliare Casa Nigro di Nigro Antonio

0584-52145 | 328-9264386
info@casanigro.it
Quartiere Diaz 4 – 55049 Viareggio (Lu)
www.casanigro.it

Seguici sui social!